Home

notizie

Il diritto di proprietà sugli ebook

Lo sguardo analitico del giurista è abituato a individuare nel classico libro di carta due beni distinti. Il primo, l’opera letteraria in quanto tale, è un bene immateriale che, in ossequio a una tradizione filosofica secolare, gli studiosi del diritto d’autore definiscono “corpus mysticum”.

Il diritto di riflettere insieme agli altri su quello che leggi

Il social reading è una cosa bellissima, di cui ultimamente parlano in molti e che allo stesso tempo in qualche modo non esiste. Social reading è anche un’espressione bruttissima, secondo me: forse perché dirlo in inglese serve a mettere l’accento su una specificità tecnologica che invece probabilmente non conta poi così tanto.

Il diritto a un libraio quando compri ebook

Serve ancora il libraio quando si vendono ebook? Sì, anche se le sue competenze si devono aggiornare e andare incontro alle tante nuove domande che hanno in serbo per lui i lettori digitali. E a saper rispondere dovrebbero essere non solo le librerie che vendono ebook – cioè oggi, in Italia, quasi esclusivamente quelle online – ma anche i librai “tradizionali”…

Prove di comunicazione coordinata tra biblioteche digitali: nasce BiblioMediaBlog

Una strategia di comunicazione bibliotecaria per la prima volta a livello nazionale e non estemporanea. È questa la missione di BiblioMediaBlog, “il blog delle biblioteche pubbliche digitali italiane”, nato dalla collaborazione di un gruppo di bibliotecari (e biblioteche) con l’azienda MediaLibraryOnline, che da anni è uno dei principali fornitori di servizi di prestito digitale…

In biblioteca per appartenere a un mondo

I senzatetto e le biblioteche pubbliche: storie, riflessioni e qualche proposta per accogliere il “problema”. Una biblioteca che voglia dirsi veramente pubblica, una biblioteca pubblica che funziona, anzi addirittura la biblioteca pubblica ideale, è quella che riesce a contenere al suo interno la società che sta fuori dalle sue pareti…

Il diritto di comprare gli ebook dove vuoi e al prezzo giusto

Gli ebook sono il risultato di un compromesso. Al momento, il compromesso migliore tra le tecnologie disponibili, le esigenze degli editori di rendere vendibili i libri in formato digitale, i bisogni dei lettori di disporre dei contenuti in forma digitale. Non sappiamo quanto a lungo gli ebook rappresenteranno il miglior modo di leggere i testi in forma digitale…

Il diritto di sperimentare nuovi modi di leggere

Una storia non deve necessariamente essere raccontata con un testo sequenziale da leggersi riga dopo riga, pagina dopo pagina nell’ordine predefinito: ben lo sapevano negli anni ‘60 del secolo scorso gli sperimentatori dell’OuLiPo (tra cui Perec, Queneau e il nostro Calvino).

Il diritto di trovare facilmente gli ebook

Se la Biblioteca di Babele è cartacea e infinitamente varia, anche la corrispondente biblioteca composta di bit dovrebbe esserlo. Ma come stanno effettivamente le cose? Quali libri sono effettivamente disponibili in formato digitale? Le opere non protette da copyright appartengono alla collettività…

Il diritto di leggere ebook curati e accessibili

Così come ci si aspetta che il libro stampato abbia determinate qualità, lo stesso vale anche per il libro elettronico. L’informazione deve poter essere fruita pienamente, sia come contenuto sia come sua presentazione sullo schermo, qualsiasi sia il lettore ebook o il software che utilizzate.

Il diritto di leggere gli ebook su tutti i dispositivi che possiedi

Siamo abituati a libri di carta che contengono pagine di testo; quando leggiamo libri elettronici la situazione è un po’ diversa, dato che il testo vive separatamente dalle pagine. Per questo occorre un dispositivo di lettura che contenga e mostri il testo in sostituzione delle tradizionali pagine di carta.

leggi tutte le notizie →