TROPICO del LIBRO
|
|
|

Associazione Open Culture Atlas

logo_open_culture_atlas_sfondo_biancoL’Associazione di promozione sociale “Open Culture Atlas” è nata nel 2013 dall’esperienza di Tropico del Libro.
Come associazione no profit abbiamo una direzione precisa: contribuire a cambiare il comune modo di pensare il lavoro, la famiglia, la politica, la cultura, nell’intento di realizzare stili di vita e di lavoro più sostenibili e felici. Lavoriamo per costruire reti e siamo a nostra volta parte di un insieme più grande, fatto di persone che credono che il proprio contributo attivo nella società, per quanto piccolo, sia di grande valore.

Siamo un’associazione che si regge sul lavoro volontario di poche persone e sul sostegno di quanti lo apprezzano:

I nostri principi fondanti (sintesi dello Statuto):

 1.  Cultura” è quell’insieme variegatissimo di pensieri e azioni liberi da interessi economici o di potere che contribuiscono a far sì che le persone siano in grado di vivere scegliendo in modo autonomo e consapevole il proprio «percorso di senso».  2.  Siamo apartitici ma non apolitici poiché lavoriamo per facilitatare la felicità attraverso la/e cultura/e e non consideriamo la politica altro che la scienza di amministrare la società in modo che tutti i suoi componenti raggiungano la maggiore felicità possibile. Questo è possibile solo attraverso la costruzione di una forma matura di democrazia partecipativa: precondizione necessaria è concorrere ad ampliare l’autonomia intellettuale dei singoli.  3.  L’equità di accesso alle risorse culturali è condizione imprescindibile per il successo di qualsiasi azione in ambito culturale.  4.  Per valorizzare il patrimonio artistico e naturalistico non si può prescindere dalla stimolazione e valorizzazione della cultura “viva”, che deve andare di pari passo a politiche sostenibili di tutela e conservazione; per cultura viva si intendono tutte quelle occasioni e iniziative di socialità il cui fucro sia lo scambio di saperi e idee.  5.  Le tecnologie devono essere adottate in modo che il buono stato di salute dell’essere umano e della natura tutta siano parte essenziale del ragionamento sulla loro utilità.  6.  L’Associazione mira a stimolare una nuova alleanza tra generazioni: gli anziani costituiscono in molti ambiti della società italiana contemporanea un “tappo” alla crescita della creatività dei più giovani, mentre dovrebbero essere incentivati a esserne gli alfieri. Le età devono poter essere vissute appieno; la competizione (intergenerazionale) è nefasta.  7.  Il nostro atteggiamento e comportamento nei confronti degli altri individui e dei loro progetti è la nostra prima azione per migliorare il sistema: ascolto, simpatia, gentilezza, accoglienza sono strumenti utili e necessari a perseguire qualsiasi fine di utilità sociale. I Soci si impegnano a tal fine a rifuggire la logica della competizione: considerando e rispettando ogni persona e progetto come unico, nel bene e nel male, e perseguendo con costanza relazioni e alleanze con quelli che ci sono simili o complementari, al fine di valorizzare quelle persone e quei progetti meritevoli, ovvero volti a procurare beneficio al più ampio numero di persone possibile a partire da chi ha meno strumenti per migliorare da sé le proprie condizioni di vita.

Se vuoi saperne di più, vai al blog ~ in trasparenza

Associazione di promozione sociale Open Culture Atlas
via Satrico 48, Marina di Cerveteri 00052 RM
Codice Fiscale: 12639881007

  •  
  •  
  •