Piccolo manuale di sopravvivenza sul pianeta

piccolaguidaperecoschiappeUn piccolo e spiritoso manuale con le nozioni base per la sopravvivenza sul pianeta.
No, non contiene informazioni su come accendere un fuoco di fortuna o costruirsi un riparo di foglie nel bosco, ma quelle fondamentali per un’esistenza civile e sostenibile, condizione senza la quale presto di boschi non ce ne saranno più. In questo senso, di sopravvivenza. Diciamo che ormai di comportamenti minimi di buon senso non possiamo più fare a meno.

Il gioco narrativo è divertente perché alterna la descrizione delle azioni di Mister Ecoschiappa, iperbolicamente eco-disastrose, e per contrasto dei consigli utili del più saccente Professor Coscienza, che per ciascuna offre una semplice alternativa.

ecoschiappe4

Ovviamente la parte più spiritosa ed efficace è quella che vede protagonista l’increscioso Ecoschiappa, perfino simpatico nel suo essere eccessivo, e nella disperazione che lo coglie immancabilmente quando le conseguenze delle sue azioni lo puniscono in modo crudele.
Tra le nefandezze antiecologiche che compie c’è il lasciare il rubinetto acceso per ore e giorni, e la nemesi lo colpisce lasciandolo all’asciutto proprio mentre sta per lavarsi le ascelle!
A seguire acquista in modo irresponsabile tonnellate di cibo al supermercato, con la logica conseguenza di trovarselo poi tutto muffito.
E al colmo del nostro biasimo si mostra a pestare compulsivamente sull’acceleratore di un grosso fuoristrada, salvo restare a secco di benzina a ben cento metri dall’edicola!
Ecco, il libro si dipana così.

Il linguaggio che racconta le “ecoschiappate” è dinamico, con molte onomatopee e discorsi diretti, strizza l’occhio al linguaggio e all’ironia che i ragazzini tendono a usare tra loro, senza mai cadere in volgarità.
Le schede del Professor Coscienza sono invece più informative: offrono qualche dato, e danno spunti per diminuire il proprio impatto sull’ambiente. Proprio cose di base, dicevamo. Non sono affrontati temi più complessi come il cambiamento di consumi e stile alimentare, o la decrescita.

ecoschiappe3

Le illustrazioni giocano a loro volta a cercare di strappare la risata, con Ecoschiappa rappresentato con quelle gambette sottili sotto un busto corpulento, in un classico sbilanciamento comico. Anche il cagnolino salsiccioso e perplesso contribuisce.
I toni sono scuri e bruciati, forse a cercare un’impressione vintage.

La costruzione della pagina è molto vivace, con la sovrapposizione di inserti materici sempre diversi, l’uso abbondante dei box testuali e di sfondi grafici.
Questo lo rende divisibile dal punto di vista narrativo, perché le pagine delle disavventure di Ecoschiappa, più lineari e discorsive, si possono leggere come una storia, gli archivi del Professor Coscienza sono piuttosto da consultare.

Ed è proprio quello che farò domenica 4 ottobre presso il Verona Green Festival con il laboratorio: Spazio per piccoli eco-militanti.
Dalle 11.30 ci ispireremo alle disavventure di Ecoschiappa e prenderemo il via a immaginare tante azioni da veri eco-eroi e soprattutto cercheremo di comunicarle agli adulti, che a volte non ci sentono… fabbricheremo perciò manifesti eco e riciclati, nella migliore tradizione militante. Occhio che potrebbero parlare anche a voi!
Per partecipare è richiesta la prenotazione alla mail info@veronagreen.it.

Vi ricordiamo che Sinnos non è eco solo in questo titolo: ecco il loro impegno in Editori Trasparenti.

piccolaguidaperecoschiappePiccola guida per ecoschiappe, Emilia Dziubak, Eliza Saroma-Stepniewska, Iwona Wierzba, 
Sinnos, 2015
pp. 48

ACQUISTA / PRENDI IN PRESTITO

 

  •  
  •  
  •  
SEGUI TROPICO VIA RSS O NEWSLETTER

Un pensiero su “Piccolo manuale di sopravvivenza sul pianeta”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *