Armati di sapone (eco) per cambiare il mondo

banda-del-bicarbonato-I detersivi che usiamo, e i prodotti per la cura del corpo, sono tossici e inquinanti, non si può negare.
Così chiunque abbia a cuore la qualità di terra e acque, la salute propria e degli altri animali, prima o poi si pone il problema di quali alternative siano possibili.

Per adulti di buona volontà e fantasia si trovano tantissime risorse per maturare consapevolezza sulle sostanze in commercio e diventare consumatori consapevoli, da libri a siti internet.
Per ragazzini con tanta voglia di pasticciare c’è invece la bella novità di oggi.

Alcuni anni fa, grazie a luoghi virtuali come I detersivi bioallegri o il forum del Biodizionario, in casa nostra hanno fatto l’ingresso amenità come lo spruzzino alla lavanda o la ecocandeggina delicata fai da te… perché dopo aver scoperto quanto irta sia la strada di una detergenza sostenibile, la tentazione irresistibile successiva è quella dell’autoproduzione.

Ed è proprio ciò che accade a Leo, voce narrante dello speciale diario di cui parliamo oggi, nonché fondatore della Banda del Bicarbonato.
Che non è una boy band, ma una piccola squadra di irriducibili resistenti che si dà da fare per cambiare abitudini mortifere, ma dure a morire, a colpi di ricette ecologiche.

bicarbonato_1

Il libro che avete davanti, dal formato insolito con dorsetto a spirale, è a tutti gli effetti un ricettario di risposte ecologiche e casalinghe a problemi di bucato, igiene personale, pulizia della casa, piccoli malanni.
Ma è appunto anche il diario di un ragazzino. Che con l’entusiasmo tipico della sua età racconta un percorso di consapevolezza e scoperta, di riappropriazione della capacità di fare da sé, di diffusione delle proprie idee. Tanto che alla fine anche il “bullo” Robi entra a fare parte della banda.

Le ricette sono organizzate per tema, e sono tutte piuttosto semplici anche come materie prime, con qualche eccezione come la glicerina o gli oli essenziali, che non si trovano comunemente nelle case, ma sono reperibili con relativa facilità.

Alcune sono ricette più classiche dell’autoproduzione ecologica, altre le vedo per la prima volta.
Tutte sono basate su un razionale solido di funzionalità degli ingredienti, e sono descritte con molta cura per evitare danni e massimizzare il risultato.

bicarbonato_2

Si passa dal sapone liquido per le mani alla crema da barba per il papà; c’è un rimedio per le afte e uno per il mal di testa; c’è tutto l’occorrente per una lavatrice perfetta, e molto di più.
Inquinando e spendendo pochissimo.

È chiaro che a uno o più bambini armati di libro e sapone, e buone intenzioni ecologiche, nessuno può opporre resistenza!

E così, come accade nel libro, dove Leo e la sua amica Stefi convincono i genitori perplessi ad adottare – con soddisfazione – tutti i loro spignattamenti, nella vita reale è inevitabile trovarsi in balìa di scaglie di sapone disciolte, amido di mais come neve, e naturalmente bicarbonato. Un po’ ovunque.

bicarbonato_4

Il che è ovviamente lo spirito del libro, che spera di contagiare quante più famiglie possibile per alleggerire un po’ il peso che abbiamo sul mondo.

Per farlo parte dai ragazzini, ma il coinvolgimento è richiesto a tutti, e l’efficacia delle pozioni è davvero da “provare per credere”.

Ma l’altro fine del libro è sicuramente il divertimento e la gioia di fare con le proprie mani.
Le illustrazioni di Allegra Agliardi sottolineano proprio questa nota felice e propositiva, la voglia di cambiare il mondo a suon di conoscenza ecologica, sì, ma anche di buonumore.

banda-del-bicarbonato- La banda del bicarbonato. 37 formule magiche per creare rimedi ecologici, economici, 100% naturali, Gabriele Clima, illustrazioni di Allegra Agliardi,
Editoriale Scienza, 2015, pp. 96

ACQUISTA / PRENDI IN PRESTITO

 

  •  
  •  
  •  
SEGUI TROPICO VIA RSS O NEWSLETTER

4 pensieri su “Armati di sapone (eco) per cambiare il mondo”

  1. Wow, che bello! Perfetto anche per realizzare regalini per parenti per le svariate occasioni… potrebbe andare bene anche dai 7-8 anni?

  2. Ciao!
    Mi è appena stato segnalato questo libro da un’amica libraia…
    Io ho un bimbo di 5 anni e una bimba di 3 anni, ma sono molto appassionati di attività manuali e di tutto quello che comporta “pasticciare”. Dici che potrebbe andare bene anche per noi?

  3. Ciao Vale scusa per il ritardo!
    Credo che per la lettura del libro in sé siano piccoli, potranno certamente sfogliarlo ma non apprezzarne la storia. Però ci sono ricette semplici che se tu realizzi con loro possono certamente dare soddisfazione.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *