librerie indipendenti

Essere librai oggi significa fare un mestiere difficile e per crescere professionalmente è utile dialogare con gli altri librai. Tropico del Libro lo rende possibile moderando un gruppo Facebook e attraverso articoli che cercano di cogliere le criticità di un mestiere che deve confrontarsi con un numero di clienti in inarrestabile diminuzione.

Libri invisibili: a Roma apre una nuova libreria

Fiocco di carta stampata a Roma, zona Pigneto: il 16 dicembre si inaugura una nuova libreria: “Libri invisibili”. Vi si troveranno libri solitamente schiacciati dalla grande distribuzione… o semplicemente dalla disposizione merceologica, che, quando non si tratta di bestseller, li pone uno a fianco dell’altro, rendendone invisibile copertina e quarta, ovvero gli unici lati comunicativi del libro. All’interno di questo nuovo spazio sono previsti laboratori, mostre, incontri, presentazioni e altre iniziative che coinvolgano “bambini e genitori, giovani e adulti, italiani e stranieri, artisti e illustratori, fotografi e scrittori”. L’associazione-libreria è composta da alcuni editori indipendenti (Orecchio acerbo, Edizioni dell’asino, Else), riviste culturali (Lo Straniero, Gli Asini) e onlus (Cemea del Mezzogiorno, Asinitas). Dopo la chiusura di storiche librerie indipendenti, ecco una notizia incoraggiante per i lettori.
approfondisci / commenta / condividi