Home > Il fumetto “Doonesbury” scandalizza gli USA

Il fumetto “Doonesbury” scandalizza gli USA

Scritto da Cecilia Martini in notizie il 11 marzo 2012

Icona dell'articolo "Il fumetto 'Doonesbury' scandalizza gli USA"Bufera nel mondo del fumetto statunitense per una serie di strisce della serie Doonesbury, dall’uscita prevista per la prossima settimana, che molti giornali hanno giudicato «inappropriate» perché dedicate al tema dell’aborto. Le strip fanno riferimento a una legge, da poco approvata in alcuni Stati degli USA, che obbliga le donne che richiedono un’interruzione di gravidanza a effettuare un’ecografia, nell’estremo tentativo di dissuaderle dai loro propositi.

La vicenda si concentra su una donna che, scegliendo di abortire nello Stato del Texas, è sottoposta all’intera nuova procedura burocratica, dagli esami ginecologici forzati fino all’obbligo di attendere 24 ore dopo l’ecografia prima di prendere una decisione finale. Garry Trudeau, autore di Doonesbury e primo fumettista ad aver ricevuto un premio Pulitzer, ha difeso la sua scelta di descrivere la “follia” della nuova legge; varie testate giornalistiche in tutto il Paese, dall’Oregon alla California, si sono tuttavia rifiutate di inserire il fumetto nella loro canonica pagina umoristica. Altre hanno invece optato per pubblicarlo accanto agli editoriali. Trudeau non è nuovo ad argomenti controversi: il suo fumetto ha di recente affrontato anche l’abolizione della norma “Don’t ask, don’t tell” che costringeva i militari omosessuali a nascondere il loro orientamento.

Anche stavolta, che venga pubblicato oppure no, Doonesbury riesce a far riflettere i suoi lettori, con un sorriso. E pazienza se si tratta di un sorriso amaro.

Immagine | Robert Shadbolt

Share
Trova altre informazioni alle voci:

, ,