Home > Il festival della letteratura palestinese: Palfest 2012, Gaza

Il festival della letteratura palestinese: Palfest 2012, Gaza

Scritto da tropicani in notizie il 6 maggio 2012

L'Egitto apre la strada verso il Palfest di GazaTutto era pronto per il PalFest, il festival della letteratura palestinese previsto dal 5 al 9 maggio 2012, per la prima volta nel territorio di Gaza: ma il governo egiziano, a causa dei cruenti disordini in corso sul territorio, ha tardato a concedere ad autori, blogger, giornalisti e artisti i permessi per entrare a Gaza attraverso la frontiera egiziana. Il festival ha poi avuto regolarmente inizio ma, alla vigilia della sua conclusione, la tappa di Gaza è stata interrotta dall’intervento della polizia di Hamas.

Nonostante il PalFest, un festival itinerante inaugurato nel 2008, avesse già cercato in passato di raggiungere Gaza, non era finora mai riuscito nel difficile intento. Per l’edizione del 2012 erano stati richiesti al Ministero degli Affari Esteri egiziano, lo scorso 18 aprile, 43 permessi che consentissero ad artisti e scrittori di raggiungere Gaza dal varco di Rafah, al confine con l’Egitto. Gli organizzatori affermavano che, nonostante le autorità egiziane avessero promesso di fornire i permessi entro una decina di giorni, all’immediata vigilia dell’evento nulla era ancora avvenuto. Una conferenza stampa indetta dagli organizzatori allo scopo di fare pressione sul governo affinché concedesse i permessi, prevista per il 2 maggio, era stata anzi rinviata a causa degli scontri presso il Ministero della Difesa egiziano, costati la vita a undici persone. “A quattordici mesi dalla caduta di Mubarak, i manifestanti vengono ancora uccisi nelle strade e Gaza muore di fame” si leggeva in un comunicato del Palfest. “Vogliamo impegnarci a raggiungere Gaza, ma non possiamo richiedere permessi al governo mentre tanta violenza affligge ancora le strade”.

I permessi sono stati poi concessi appena in tempo per l’inizio del Festival. Il Palfest prevede eventi pubblici, workshop studenteschi e incontri con leader civili, e si concluderà l’11 maggio nella città del Cairo.

“La giustizia per la Palestina era fra le rivendicazioni più urgenti delle rivoluzioni arabe (…) Il Palfest ha sempre lavorato per creare legami culturali e, adesso più che mai, la Palestina si trova al centro della crescente lotta globale per la giustizia” ha affermato Omar Robert Hamilton, produttore del festival. La manifestazione si è aperta presso il Khalil Sakakini Cultural Center, Ramallah con l’evento “Representing Lives Through Literature”, organizzato dal Palestine Writing Workshop in collaborazione con il British Council (fra i sostenitori esteri del festival) e il Danish Center for Culture and Development.

AGGIORNAMENTO 11 MAGGIO 2012
L’evento conclusivo della tappa di Gaza è stato interrotto mercoledì sera dall’intervento della polizia. Partecipanti e pubblico sono stati costretti ad abbandonare il Dar al Basha, edificio storico di Gaza, e a tornare all’hotel per proseguire lì l’incontro. Tre ore più tardi hanno ricevuto la visita del Capo della Polizia, del suo vice e del ministro dell’Interno, che si sono scusati per lo sgombero, ordinato, secondo le fonti ufficiali, per una presunta «mancanza di autorizzazione».
Durissime le reazioni dei partecipanti che, commentando soprattutto su Twitter, hanno condannato l’intervento della polizia ricordando simili episodi avvenuti nel 2009 e soprattutto nel 2011, quando l’evento finale del festival è stato sgomberato dai militari a colpi di gas lacrimogeni.

Immagine | Robert Shadbolt

Share
Trova altre informazioni alle voci:

, , , ,

  1. #1 di Giorgia il 9 giugno 2012 - 10:30

    Recommend: in occasione del PalFest, il documentario di Murat Gokmen sul festival di letteratura nel 2011.