social network

L’esperienza di condivisione della lettura, oggi, passa in gran parte attraverso i social network. In questa sezione si raccontano alcuni tra i tanti che provano a mettere in contatto i lettori, ragionando sui riflessi che hanno sulle nostre abitudini e sulle strategie di comunicazione di chi i libri li produce o li vende.

La forma naturale di una comunità di lettori

social_netork_analysis_goldinLa complessità delle relazioni che quotidianamente intessiamo su Internet, in particolar modo sui social network, è parte del nostro “capitale” sociale. Conoscerne la forma, lo spessore e le qualità può migliorare il nostro modo di farne parte, e rendere più efficace e meno dispendioso il nostro comunicare.

Il diritto di riflettere insieme agli altri su quello che leggi

Il social reading è una cosa bellissima, di cui ultimamente parlano in molti e che allo stesso tempo in qualche modo non esiste. Social reading è anche un’espressione bruttissima, secondo me: forse perché dirlo in inglese serve a mettere l’accento su una specificità tecnologica che invece probabilmente non conta poi così tanto.

#svegliamuseo, l’esperienza è parte integrante dell’estetica

#svegliamuseo trova in Tropico del Libro / Open Culture Atlas un alleato per il suo progetto che mira al miglioramento della comunicazione da parte dei musei italiani. Più che un dialogo interrotto con il proprio pubblico, c’è un dialogo tutto da costruire, per quanto possibile passando per i social network, come stanno facendo svariati musei in altre parti del mondo.

“Abbiamo il patrimonio artistico…

Amazon e Goodreads: ma i lettori sono davvero in vendita?

Amazon e Goodreads: ma i lettori sono davvero in vendita?Che succede se il più grande player dell’editoria globale compra la più grande rete sociale di super-lettori? È stata la notizia che, nelle ultime settimane, più d’ogni altra ha calamitato l’attenzione del mondo del libro: Amazon ha appena speso la (presunta) cifra di 150 milioni di dollari per l’acquisto di Goodreads, social di recensioni di lettura fondato nel 2007.