Oliver Jeffers

Quest’alce è mio

quest-alce-e-mio (1)Stringere relazioni con animali di altre specie è sempre un’emozione bellissima, e come in tutte le relazioni fortissima è la tentazione di affermare possesso. «Quest’alce è mio».Ma noi possiamo effettivamente essere proprietari di un altro essere vivente?

Un guaio io? Quale guaio?

I bambini di Oliver Jeffers sono sempre fantastici, ineffabili nella bimbità con cui affrontano la vita. le vicende al loro intorno sembra abbiano i tratti dell’eccessivo, del non possibile, ma il modus con cui loro, i piccoli protagonisti, le affrontano è inconfondibile: è proprio il modo dei bambini. Per i quali: niente è non possibile