Biancoenero edizioni

libros

ORIGINI & DIREZIONI

Quando, dove e da chi è stato fondato il marchio editoriale?
Biancoenero nasce a Roma nel 2005, riprende idealmente l’esperienza degli anni ’70 della casa editrice “biancoenero edizioni d’arte”.

Qual è il percorso professionale dei fondatori? Come è nata la decisione di aprire una casa editrice?
Le passioni e gli interessi dei singoli si sono uniti in un progetto che andasse a colmare una mancanza nell’editoria per ragazzi: nessuno infatti fino a quel momento si era occupato di tutti quei lettori che hanno difficoltà, tanto meno di quelli con diagnosi di DSA.
Biancoenero ha voluto riempire uno spazio che era vuoto, connotandosi in maniera definita.

Che storia ha il vostro logo e nome?
Riprende idealmente l’esperienza degli anni ’70 della casa editrice biancoenero edizioni d’arte, di cui ha voluto mantenere lo spirito di sperimentazione e ricerca. Sia il logo che il nome derivano da quell’esperienza.

Il progetto editoriale qual era all’inizio? È cambiato nel tempo?
Il progetto editoriale è lo stesso da 10 anni: fare libri che vadano bene per tutti, ma che aiutino in particolare chi ha difficoltà di lettura, come i dislessici, i non madrelingua o i lettori riluttanti.
Per farlo, sono stati standardizzati con terapisti, psicologi e lettori, una serie di criteri tipografici e sintattici che rappresentano la base dell’Alta Leggibilità.
Ovviamente il lavoro si è arricchito e affinato negli anni, e continua a cresce attraverso sperimentazioni e nuovi percorsi, come ad esempio l’Alta Leggibilità applicata alla scolastica.

Come vi tenete aggiornati sui mutamenti in corso nel settore?
Seguiamo tutte le principali realtà del settore attraverso riviste specializzate, quotidiani, siti e social network, oltre a frequentare le principali fiere nazionali e (quando possibile) internazionali.

La casa editrice è di proprietà, in toto o in parte, di qualche gruppo editoriale? Se sì, da quando?
No, la casa editrice è completamente indipendente.

CONTENUTO & CONTENITORE

Chi è il direttore editoriale?
Irene Scarpati

Pubblicate:
Libri di carta, ebook, audiolibri.

Esiste un comitato di lettura-scelta di qualche tipo? Se sì, come è composto? Sulla base di quali criteri sceglie i libri da pubblicare?
Il direttore editoriale e la redazione sono le realtà che maggiormente si dedicano alla lettura delle novità. Le segnalazioni arrivano dalle principali realtà internazionali, dalle uscite nostrane, da contatti passati o nuovi, che si rinnovano anche con la lettura di proposte che ci arrivano direttamente in redazione.

Quante novità pubblicate all’anno? Che parte è costituita da titoli stranieri di cui acquistate i diritti?
Pubblichiamo circa 15 novità l’anno. Una gran parte è costituita da titoli stranieri (principalmente inglesi, francesi, statunitensi e canadesi).